#lmpf5 – Il festival sostiene i giovani e lo sport

L’associazione culturale Club 33 Giri  ha deciso di sostenere i giovani e lo sport in occasione della quinta edizione de ‘La Musica può fare’. Lo sport è impegno, sacrificio, dedizione, terreno di gioco importante per la formazione delle giovani menti. Quest’anno il festival sosterrà  i giovani atleti della Excelsior Boxe Marcianise since 1978​ del maestro Domenico Brillantino. L’evento si terrà domenica 26 giugno 2016 a Santa Maria Capua Vetere (Ce) in Villa Cristina.

La palestra dei miracoli, come tutti la chiamano per l’incredibile numero di campioni che è stata capace di sfornare negli anni: da qui infatti proviene l’eccellenza del pugilato italiano. Il Maestro Domenico Brillantino ripete sempre ai suoi allievi che «il pugilato vuol dire prima comportarsi da uomini, poi da atleti, infine da bravi boxeur. Perché chi non rispetta le regole, la legalità, la disciplina e non si impegna negli allenamenti potrà vincere qualche combattimento, ma non diventerà mai un vero pugile».

L’Excelsior Boxe Marcianise è un’associazione sportiva che vanta oltre trent’anni di successi nel mondo del pugilato. Essa ha il merito di aver conferito alla boxe, per riconoscimenti di tutte le riviste specialistiche, l’eleganza nel gesto e la concezione di un agonismo quanto più lontano dalla “terribilità” del pugile dell’arena che squarcia e dilania. Nella palestra dell’Excelsior il combattimento diventa misura non tanto della forza quanto della “tecnica” pulita, che per vincere non ha bisogno di irrompere e franare sull’avversario.
La società Excelsior Boxe ha contribuito a creare una nuova idea di pugile: un pugile che sul ring è ammirato per l’eleganza del gesto e per la straordinaria capacità di trasformare la dura lotta in una competizione in cui il colpo è messo a segno non per la sua forza ma per la sua trama intelligente che cuce intorno all’avversario. Insomma qui i ragazzi apprendono che non vince chi è più forte, bensì chi riesce meglio a coniugare con la tecnica sia il il cuore che la mente. Questa lezione è fondamentale per i giovani, nello sport così come nella vita e contribuisce a formare uomini coraggiosi, tenaci, pronti ad impegnarsi a fondo per realizzare i propri obiettivi. I maestri insegnano loro che i più alti traguardi si raggiungono con il sacrificio, con l’esercizio, con la rinuncia ai vuoti miti della società dell’immagine.

(in foto una delegazione dell’associazione culturale Club 33 Giri in visita alla palestra di Marcianise)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

back to top